Tenuta Frassineto

Tenuta Frassineto: “Podere del Vento SENZA SULFITI”

Scienza e conoscenza producono qualità anche senza sulfiti

Ecco cosa ci ha raccontato Massimo Bartolini, Enologo di Tenuta Frassineto, a proposito del perché e come ha prodotto Podere del Vento

Partiamo da un assunto: la fermentazione naturale di un mosto, senza controllo dell’uomo, porta alla formazione dell’aceto e non del vino. Il vino quindi, che si trova a metà strada fra mosto e aceto, è un prodotto instabile e i procedimenti enologici, tra cui l’impiego di anidride solforosa, ne garantiscono stabilità. L’anidride solforosa è utilizzata in enologia per le sue importanti azioni antiossidanti, conservanti e antisettiche.
Tenuta Frassineto
In molti, specialmente negli ultimi anni, hanno speso parole, non sempre positive, sull’utilizzo di questa componente. E’ opportuno sapere anche che l’anidride solforosa è uno dei più comuni conservanti utilizzati nell’industria alimentare e delle bevande, e che il suo uso non è limitato solamente all’enologia e al vino! Sgombrato quindi il terreno da inutili demonizzazioni dei sulfiti vien da chiedersi perché, Tenuta di Frassineto, abbia deciso di produrre un vino, come Podere del Vento, che, per l’appunto, non utilizza sulfiti? La risposta più immediata sta nella volontà di prendere in considerazione le esigenze e le problematiche di un mercato in cui, soprattutto negli ultimi dieci/quindici anni, il numero di consumatori con reazioni di intolleranza o allergia nei confronti di cibi e bevande è aumentato esponenzialmente.

C’è però anche una risposta da enologo che riguarda il piacere, nel fare questo tipo di vino, di misurarsi, studiare e conoscere tutti gli aspetti chimico-fisici che riguardano la maturazione delle uve in campo e poi quelli della trasformazione delle uve in vino. L’obiettivo è produrre un vino, un Cabernet Franc, impeccabile da un punto di vista organolettico e perfettamente stabile.

Per fare questo consideriamo le uve e poi il vino con cui produciamo Podere del Vento degli “osservati speciali”. Per potersi permettere di non utilizzare sulfiti è’ infatti necessario seguire con grande attenzione tutte le fasi di produzione e studiare un protocollo, prima in campo, nella gestione del vigneto, poi in cantina durante tutto il processo di vinificazione delle uve, ed infine durante l’affinamento del vino che ci permetta di ottenere un vino di qualità, che ci dia piacere nel berlo, senza l’impiego di anidride solforosa.

Per produrre Podere del Vento c’è indubbiamente un lavoro più impegnativo e uno sforzo tecnico ed economico ampiamente ripagato dalla qualità e piacevolezza del vino

Tenuta Frassineto (www.tenutadifrassineto.com) Strada Vicinale del Duca, 14, Località Frassineto, Arezzo (google map)

Leave a Reply