1_Santo_Iolo_Sugoli

Santo Iolo: “Un mosto da mangiare (anche con gli occhi!) : I Sùgoli”

Abbiamo appena finito di vendemmiare, qui alla Cantina Santo Iolo. Siamo stanchi,con le mani appiccicose d’uva e un’eccitazione di fondo che ci rende euforici e loquaci. Siamo in tanti, parenti e amici si mescolano con i nostri lavoranti abituali.

1_Santo_Iolo_Sugoli

Il colore incredibile dei Sùgoli

Un amico, Gianfranco, mi chiede di dargli del mosto appena spremuto: “Solo un litro, devo
farci una cosa”, dice. Alla fine del grande pranzo, eccolo tornare con un vassoio carico di bicchierini ricolmi di una crema del più incredibile colore viola. “I sugoli!” annuncia trionfante ad una platea inizialmente perplessa.

Ingredienti:

  • 1 litro di mosto d’uva rossa (Se rimediate un po’ di uva da vino, o anche dell’uva fragola, la potete spremere con le mani).
  • 100 grammi di farina
  • Niente zucchero se l’uva è dolce e ben matura, altrimenti mettetene 50 grammi.

Esecuzione:

Unite lentamente il mosto alla farina mescolando in continuazione. Quindi scaldate il composto ottenuto, a fiamma bassa, continuando a girare ancora per 5 minuti dopo che avrà cominciato a bollire. Mescolare con pazienza per non far formare grumi. Versate quindi questa crema in formine o semplicemente in bicchierini (Il nostro amico Gianfranco ha usato tutto ciò che ha trovato in giro: eravamo più di venti!). Fate raffreddare, quindi servite direttamente nei recipienti o capovolgeteli ed ecco gli sformati sono pronti.

2_Santo_Iolo_winery_vineyard

Un’immagine della cantina dal vigneto

I Sùgoli sono un dolce della vendemmia, un tempo molto comune nelle campagne del nord: Veneto, Mantovano, Ferrarese. Si cuoceva in un paiolo di rame, in cui si metteva anche una grossa chiave di ferro, per “togliere il veleno” ( il rame che si liberava con il calore?). É un cibo d’altri tempi, fatto di niente: uva e farina, come dire quello che c’è nel campo, fuori della porta di casa. Ma dentro ecco tutta la vendemmia: colori, odori, voci, allegria. E siamo fieri di averlo gustato oggi, proprio come si faceva un tempo.

3_Santo_Iolo_harvest

La vendemmia: una grande festa!

Leave a Reply