Venosa, Basilicata: “Ci vediamo al Vinitaly”

Anche quest’anno saremo presenti al Vinitaly che si svolgerà a Verona dal 7 al 10 Aprile, siamo lieti di invitarvi al nostro stand: Cantina di Venosa Padiglione 7B Area H6 La Cantina Cooperativa di Venosa, costituita nel 1957 da ventisette soci promotori, conta oggi cinquecento soci con una superficie vitata di circa 800 ha. La cantina ha sede nelle immediate vicinanze della bellissima Città di Venosa, un gioiello architettonico nella Basilicata potentina. Dispone, grazie alle sue dimensioni, di una considerevole quantità di uve selezionate, caratteristica non facile da trovare in Basilicata dove le produzioni sono in genere molto frazionate, e
Continua a leggere...

Villa del Cigliano, Toscana: “Ci vediamo al Vinitaly”

Anche quest’anno saremo presenti al Vinitaly che si svolgerà a Verona dal 7 al 10 Aprile, siamo lieti di invitarvi al nostro stand: Villa del Cigliano Padiglione 8 Area B14 La cantina Villa del Cigliano si trova in una delle zone più prestigiose della Toscana, nel territorio del Chianti Classico, a circa 15 km a sud di Firenze. Costruita nella seconda metà del 400, fu acquistata da Alessandro di Niccolò Antinori nella prima metà del ‘500 e tutt’ora appartiene ai discendenti della famiglia Antinori. Le cantine storiche di invecchiamento si trovano all’interno della Villa e l’intero complesso è sotto la
Continua a leggere...

De Falco, Campania: “Ci vediamo al Vinitaly”

Anche quest’anno saremo presenti al Vinitaly che si svolgerà a Verona dal 7 al 10 Aprile, siamo lieti di invitarvi al nostro stand: De Falco Vini Padiglione 7 Area E1 Gabriele De Falco é da oltre quindici anni alla guida di questa cantina a conduzione familiare alle pendici del Vesuvio, in provincia di Napoli. Con grande tenacia ha trasformato l’azienda di famiglia, che aveva sino ad allora operato localmente, in un’efficiente cantina riconosciuta come leader nella produzione di Lacryma Christi DOC e ben distribuita su tutto il territorio nazionale. In questi anni Gabriele é stato attento interprete delle produzioni enologiche
Continua a leggere...

Santo Iolo: “W gli States!”

E così “Santoiolo” ha fatto le valige e, passaporto alla mano, è approdato negli States! L’ occasione, il Wine and Food Festival di Miami, il grande evento gourmet della Florida, e in particolare la sua manifestazione dedicata ai vini “al bicchiere” più interessanti: ” Best in glass 2013“. Il piccolo (d’età!) è andato solo, proprio come un adolescente alla prima vacanza-studio. Beh, c’era “Rossoiolo“, suo fratello, ma lui è il maggiore e, sapete come sono caricati di responsabilità i primogeniti, toccava tutto a lui. Peggio che solo! Incontri, presentazioni, racconti sulla propria vita: la nascita, i primi passi, l’educazione. Tanta gente
Continua a leggere...

Borgese: “E’ quasi primavera…”

E’ quasi primavera, ma oggi non sembra proprio! Stiamo potando, la potatura invernale. Abbiamo quasi finito. In lontananza c’e’ il villaggio di Torri, siamo nel Comune di Gualdo Cattaneo, in Provincia di Perugia. Cominciamo il lavoro dal filare 66. Come vedete la vigna si presenta ancora con lunghi rami in disordine, i resti della vendemmia 2012. E’ tempo di potare e prepararsi per quando le viti ricominceranno il loro ciclo di vita. Succederà molto presto! Mani esperte faranno il lavoro e si assicureranno che le viti siano potate con cura. Questa è la pianta, una volta potata. Nei prossimi mesi
Continua a leggere...

Vetrere: “Vino e arte, le meravigliose Ceramiche di Domenico Pinto”

Anna Maria e Francesca Bruni, proprietarie e “conduttrici” dell’Azienda Agricola Vetrere hanno da sempre privilegiato la promozione dei loro prodotti, vino e olio extra vergine di oliva biologico, attraverso le espressioni dell’arte della propria terra, la Puglia. Dal 28 Marzo, nei locali sotto il Castello Episcopo di Grottaglie, tutti i giovedì, si possono ammirare le opere del Maestro Domenico Pinto e degustare i vini di Vetrere. In particolare il tema della mostra riguarderà la storia di Federico II, figura molto presente nella cultura pugliese, e opere a tema “In viaggio con Ulisse”. Già in passato la Cantina, molto vicina al
Continua a leggere...

La Dama: “Il Sovescio”

Ecco cosa ci racconta Gabriele Dal Canale, proprietario e enologo della cantina La Dama: “Da qualche anno ormai gestiamo il suolo dei nostri vigneti con l’antica tecnica del sovescio che consiste nel seminare lungo i filari vitati uno speciale miscuglio di essenze erbacee che crescendo danno origine ad un folto prato ricco di fiori. Questo prato viene lasciato crescere fin dopo la fioritura della vite dopodiché viene falciato e interrato determinando una serie di benefici al sistema vigneto: Incremento della fertilità naturale del suolo riattivando l’attività microbiologica; Miglioramento della struttura fisico-chimica del terreno e di conseguenza la circolazione dell’aria e
Continua a leggere...

Casetta: “Potando sotto la neve”

Ernesto Casetta ci ha inviato queste bellissime foto che rappresentano la potatura invernale di una vigna di Nebbiolo d’Alba effettuata in condizioni estreme, “affondati” nella neve! Come possiamo notare l’impianto della vigna è il tipico Guyot piemontese ed è per altro l’unico tipo d’impianto consentito in questa zona. F.lli Casetta (www.flli-casetta.it) Via Castellero 5, 12040 Vezza d’Alba Cuneo (google map)
Continua a leggere...

Unmaredivino: “Potatura invernale a Su Crabileddu”

Pubblichiamo questa bella foto scattata da Gioacchino Sini, Unmaredivino, mentre pota la sua vigna di “Su Crabileddu”. In lontananza lo splendido massiccio del Monte Limbara (1362 m) innevato. A valle, l’edificio giallo, a sinistra, è la cantina di Unmaredivino. Gioacchino ci spiega che “Su Crabileddu”, in sardo, vuol dire “il posto delle capre”. Suo padre, e prima ancora suo nonno, allevavano, in questi terreni, un gregge di capre. Ecco come ce la ricordiamo, questa stessa vigna, durante una visita in cantina a fine agosto 2012. Sarà interessante vedere le evoluzioni del paesaggio nelle varie stagioni! Gioacchino Sini ci accompagnerà in
Continua a leggere...

Cantina di Venosa: “Andiamo in cantina!”

Una bella immagine di un vigneto di uva Aglianico e sullo sfondo il Massiccio del Vulture (1132 m), antico vulcano spento ormai da epoca preistorica. Il paesaggio da queste parti è molto vario. Guardate questa foto, scattata appena fuori della città di Venosa, notate la straordinaria profondità dell’orizzonte verso gli altipiani pugliesi. Osservate questo paesaggio, non ci sono alberi, solo onde di colline una dopo l’altra. Questa terra, fino al Tavoliere delle Puglie, è, per tradizione, una zona importante, in Italia, per la produzione di grano. Sulla destra il rudere di un’antica masseria ormai abbandonata. Ed eccoci arrivati nella splendida
Continua a leggere...