Cantina di Venosa: “Andiamo in cantina!”

1
Una bella immagine di un vigneto di uva Aglianico e sullo sfondo il Massiccio del Vulture (1132 m), antico vulcano spento ormai da epoca preistorica.
2veIl paesaggio da queste parti è molto vario. Guardate questa foto, scattata appena fuori della città di Venosa, notate la straordinaria profondità dell’orizzonte verso gli altipiani pugliesi.
3
Osservate questo paesaggio, non ci sono alberi, solo onde di colline una dopo l’altra. Questa terra, fino al Tavoliere delle Puglie, è, per tradizione, una zona importante, in Italia, per la produzione di grano. Sulla destra il rudere di un’antica masseria ormai abbandonata.
4
Ed eccoci arrivati nella splendida città di Venosa che ha dato i natali ad Orazio. Si resta sorpresi per il gran numero di portici di questa città, un tipo di architettura più tipica delle città del Nord Italia.
5
Ed ecco il bellissimo Castello Aragonese.
6
E finalmente, appena fuori del paese, si arriva alla Cantina di Venosa, la nostra meta! Fondata nel 1957 da 27 soci promotori, Cantina di Venosa conta oggi 500 soci con circa 900 ha. di vigneti ed è il maggior produttore di uva Aglianico nell’area del Vulture. Negli anni la cantina ha saputo costruire una gamma di vini che, mirando sempre ad un elevato livello qualitativo, ha mantenuto un ottimo rapporto qualità/prezzo.
7

Cantina di Venosa (www.cantinadivenosa.it) Via Appia, Venosa, Potenza (google map)

Leave a Reply