Santo Iolo: “Un Santoiolo d’argento”

“International Wine Challenge”, come dire: le Olimpiadi del vino. Siamo a Londra, siamo a maggio 2013 e siamo in compagnia dei piú sensazionali assaggiatori di vino al mondo: i “Master of Wine”, le papille gustative piú sensibili che esistano, i recettori olfattivi piú sofisticati, le menti piú “avvinate” dell’Universo. Dall’inizio dell’anno centinaia di vini sono giunti negli sconfinati magazzini, catalogati in base alla tipologia e alla zona di appartenenza, rinominati con sigle decifrabili solo agli addetti, poi nascosti nell’anonimato dei sacchetti per il “blind tasting” (degustazione alla cieca) e sottoposti all’austero giudizio dei “Master of Wine”, che, per tutto il
Continua a leggere...

Scarpellini: “Cantine Aperte in casa Scarpellini”

Oggi vi raccontiamo la nostra giornata di “Cantine Aperte” che si è svolta domenica 26 maggio scorso. Innanzi tutto due parole, per quelli di voi, soprattutto quelli oltreoceano, sul significato di Cantine Aperte. Chi si è inventato questo evento è il Movimento Turismo del Vino, un’Associazione no profit che promuove la cultura del vino attraverso, principalmente, le visite nei luoghi di produzione. Negli anni, e nelle diverse regioni, questa giornata ha preso forme diverse e l’esperienza del vino si è in alcuni casi egregiamente integrata con la musica, il folklore locale, i piatti tipici e l’artigianato dei vari territori. I
Continua a leggere...

Borgese: “Una vacanza in Umbria”

Torniamo oggi, insieme a Massimo Borgese, nel paese di Torri. Massimo ci accompagna per le vie del piccolo borgo verso quella che chiama “la mia torre”. Eccola la torre! Scopriamo che questa è stata la prima proprietà che Massimo ha acquistato in Umbria quando, proveniente dalla Calabria, con la sua famiglia, ha deciso di trasferirsi da queste parti e cominciare la sua avventura di produttore di vino e di olio. La famiglia Borgese, una volta completati i lavori di ristrutturazione della cantina, si è trasferita a Montefalco e risiede in una bella casa colonica accanto alla cantina. La “torre” è
Continua a leggere...

Vetrere: “Tiella pugliese: riso, patate, cozze & vino Taranta”

Vi proponiamo oggi un piatto della tradizione pugliese semplice, veloce da preparare e molto gustoso che vi consigliamo di degustare con un buon bicchiere di “Taranta”, IGT Salento rosato della Cantina Vetrere. Ingredienti per 4 persone: 500 gr. di riso (consigliamo Carnaroli o Arborio) 2 Kg. di cozze con il guscio 500 gr. di patate 6 pomodori rossi medio/grandi e ben maturi 2 spicchi d’aglio 2 cipolle abbastanza grandi pecorino romano q.b. Olio Extra Vergine di Oliva 10 cucchiai pepe q.b. prezzemolo q.b. Usate un tegame da forno basso di ceramica o di metallo. Ungetelo leggermente e cominciate a disporre
Continua a leggere...

Galasso: “E’ tempo di Galasso in Connecticut!”

Siamo appena rientrati da un lungo viaggio in Connecticut (USA) dove abbiamo fatto visita al nostro distributore e con lui abbiamo visitato I nostri clienti, ristoranti e negozi. E’ stato un viaggio molto interessante e positivo che ha compreso eventi e degustazioni. Durante il nostro tour abbiamo ricevuto notizia di questa bella recensione fatta al Vittoriale Montepulciano d’Abruzzo doc 2000 (vedi foto sopra). Un vino, il Vittoriale, che è stato invecchiato per 18 mesi in barrique e quindi è rimasto in affinamento in bottiglia per tutti questi anni. Una sfida che Ettore Galasso, il produttore, ha voluto lanciare alcuni anni
Continua a leggere...

Unmaredivino: “Una festa campestre a San Marco”

A circa tre chilometri e mezzo dalla cittadina di Berchidda, si incontra la chiesa campestre di San Marco, risalente presumibilmente al XIII secolo. Presso questa chiesa, il 25 aprile di ogni anno, si svolge la festa di San Marco, la prima della stagione, una festa campestre con pranzo all’aperto allietato da varie manifestazioni popolari. A sinistra, nella foto sopra, il Monte Acuto, a destra si intravede uno scorcio del Monte Limbara. Ancora una foto con il Monte Acuto nello sfondo. Gioacchino Sini ci fa notare come tutto intorno non si veda una vigna. Eppure siamo in terra di vigneti! In
Continua a leggere...

La Dama: “La storia della Dama”

Il nome della nostra cantina, La Dama, ha origini antiche che abbiamo voluto ricordare nelle nostre etichette. I vecchi proprietari dei terreni, che attualmente coltiviamo con rispetto ed amore, facevano parte della dinastia dei Conti Besi, originari di Venezia. I Conti Besi, in Valpolicella, possedevano più di 50 ettari di terreno. Della loro storia non abbiamo molte informazioni ma sappiamo che i mezzadri, che avevano in gestione i terreni, ad ogni vigneto assegnavano un nome. In particolare, La Dama è il nome del vigneto sul quale è stata edificata la nostra cantina. Abbiamo qui riportato alcuni degli schizzi, fatti dalla
Continua a leggere...

Venosa: “Spollonatura”

Siamo in vigna oggi! Orazio Briscese, tanta passione per l’Aglianico e socio esperto della Cantina di Venosa, dispensa consigli su come procedere alle operazioni di spollonatura in modo ottimale. Ma cerchiamo insieme di capire cosa sia la “spollonatura” che in dialetto locale si chiama “Sparagn”. La spollonatura è l’operazione di potatura verde che si compie sulla vite e che consiste nel rimuovere i germogli , nati direttamente dal legno vecchio, il legno delle viti adulte (polloni o succhioni), che sono normalmente infruttiferi. La presenza di questi germogli crea nella pianta una forte competizione nei confronti dei germogli presenti sui capi
Continua a leggere...

Leonucci: “Vi racconto le cose belle della mia Umbria!”

Stefano Leonucci ci racconta oggi una bella storia, di persone belle e di buone iniziative dal suo territorio, l’Umbria. Oggi parliamo di “feltro”. Sì avete capito bene, dal vino… al feltro. Con immagini di pura allegria Stefano ci fa incontrare una “feltraia” di professione, Silvia Argenti, una giovane artista che vive e lavora a pochi chilometri dalla cantina di Stefano Leonucci e che sembra un personaggio uscito da una favola con gnomi, fate e folletti. Siamo nel laboratorio di Silvia Argenti, la terza da destra, a Casteltodino, un piccolo paese in Provincia di Terni. E’ un giorno di festa e,
Continua a leggere...

Mastri Birrai: “L’entusiasmo di un progetto!”

Iniziamo qui, insieme a Michele Sensidoni, Mastro Birraio presso Mastri Birrai Umbri un percorso alla scoperta di questo birrificio, per raccontarvi la storia, e, come lui stesso ci dice: “ presentarvi i nostri progetti e provare a trasmettervi tutta la passione che mettiamo nel nostro lavoro: produrre birra di qualità!” “L’idea della realizzazione di un birrificio artigianale in Umbria è nato circa tre anni fa, quando Marco Farchioni, discendente della nota famiglia Farchioni, alla guida dell’omonimo gruppo alimentare di Giano dell’Umbria, ha intuito che nella sua azienda e nel suo territorio erano già presenti tutte le risorse e le sinergie
Continua a leggere...