Sasso dei Lupi Bere Bene

Sasso dei Lupi: “E il vincitore è…”

L’Intruso 2015, Oscar Berebene Gambero Rosso Un meritatissimo riconoscimento all’ Intruso, Cabernet Sauvignon 2015 in purezza prodotto dalla Cantina Sasso dei Lupi (link). “Berebene” Gambero Rosso un validissimo strumento per spender bene e bere veramente bene. Sasso dei Lupi (www.sassodeilupi.it) Via Carlo Faina, 18 06055 Marsciano Perugia (google map)
Continua a leggere...

Cantina di Venosa Gesualdo

Cantina di Venosa: “Wine Spectator incontra Gesualdo”

L’inizio di una storia Qui a Cantina di Venosa siamo tutti felici nell’annunciare che il nostro Gesualdo (SCHEDA TECNICA) Aglianico del Vulture doc 2011 ha ricevuto 90 punti dalla prestigiosa rivista Wine Spectator. Gesualdo, prende il nome dal Principe Carlo Gesualdo, maestro di musica polifonica ed eccelso madrigalista, vissuto a Venosa nella seconda metà del XVI secolo. Personaggio dalla vita intensa e passionale è stato per noi ispiratore di questo vino “giovane” e “maturo“: “giovane” perchè un 50% del vino viene affinato in acciaio, “maturo” perchè il restante 50% viene affinato in barrique per essere poi ricomposto in un blend morbido
Continua a leggere...

Le Grotte Ospiti Speciali

Cantine Le Grotte: “Ospiti Speciali”

Un assaggio di vendemmia e altro… In questi giorni abbiamo avuto il piacere di ricevere la visita dei nostri partner commerciali dal Giappone, Divino Corporation accompagnati da un gruppo selezionato di loro clienti. Insieme abbiamo trascorso una piacevole giornata tra degustazioni e vigneti. Il tour si è concluso con la visita alle imponenti cave della famiglia Dell’Erba, proprietaria anche di Cantine Le Grotte (Link a sito web della cantina). Ogni anno Divino Corporation organizza un “Enotour“, ogni anno porta con sè un grupo di clienti: visitano cantine, conoscono i produttori, conoscono i territori, i sistemi di vinificazione, il cibo, la
Continua a leggere...

Cantina di Venosa Gesualdo

Venosa:”I successi di Gesualdo e Terre d’Orazio”

Le medaglie vinte dai vini di Cantina di Venosa In questi giorni due dei vini di Cantina di Venosa (link al sito web) hanno ricevuto riconoscimenti importanti: il Dry Muscat Terre di Orazio IGT Basilicata 2015 ha vinto la Medaglia d’Argento al Concorso IWSC in Inghliterra. Il Gesualdo Aglianico del Vulture DOC 2011 ha ricevuto invece la Medaglia d’Oro al prestigioso Concours Mondial di Bruxelles. Cantina di Venosa (www.cantinadivenosa.it) Via Appia, Venosa, Potenza (google map)
Continua a leggere...

Vino del Tribuno Sangiovese riserva Le Siepi

Le Siepi: “Concorso Vino del Tribuno 2016”

Vino cultura e tradizioni per scoprire il meglio della Romagna Il Tribunato di Romagna (un’ Associazione senza fini di lucro che ha per scopo la valorizzazione dei prodotti tipici del territorio della Romagna, nonchè del suo patrimonio culturale) ci ha insignito, nell’ambito del concorso Vino del Tribuno, di alcuni riconoscimenti di cui siamo molto orgogliosi: Il Sangiovese Superiore Riserva 2012 (link a scheda prodotto) ha ottenuto il punteggio assoluto più alto fra gli oltre 80 vini presentati al concorso Al Cabernet Sauvignon 2012 (link a scheda prodotto) è stato attribuito l’attestato di Gran Merito Al Sangiovese Superiore Riserva 2012 (link a
Continua a leggere...

Le Grotte Da Nonna Peppina

Cantine Le Grotte: “Passeggiata nel gusto Da Nonna Peppina”

Un MUST per chi passa da queste parti! Il Ristorante “Da Nonna Peppina”, ad Apricena è magistralmente gestito da Mariagrazia Ferrandino e Michele Falcone. La prima, amante della cucina ed esplorarice appassionata della immensa varietà di materie prime che il Tavoliere delle Puglie offre. Il secondo, oltre ad assicurare un servizio impeccabile, è un profondo conoscitore di vini e distillati, e delle immense possibilità che il panorama eno-gastronomico italiano offre per chi, come lui, vuole sperimentare abbinamenti insoliti e sempre nuovi . In questa foto vediamo Mariagarazia Ferrandino, la seconda in piedi da sinistra (Franco Dell’Erba, proprietario di Cantine Le Grotte, è
Continua a leggere...

Vigna Roda Vinitaly 2016

Vigna Roda: “Un Vinitaly a 5 Stelle”

Il Fior d’Arancio docg stravince Il Fior d’Arancio docg di Vigna Roda (link al sito web) ha conquistato questo prestigioso riconoscimento al Concorso Enologico Internazionale “5 Star Wines” che si è svolto in occasione della 50° edizione del Vinitaly di Verona Nell’immagine un orgoglioso Gianni Strazzacappa, proprietario della cantina e vignaiolo appassionato, mostra il premio ottenuto. Vengono assegnate le 5 Stelle ai soli vini che raggiungono o superano il punteggio di 90 punti. Il panel di degustazione è formato professionisti internazionali di grande profilo. Complimenti! Az. Agricola Strazzacappa Gianni (www.vignaroda.com) via Monte Versa 1569 – 35030 VO’ Padova (google map)
Continua a leggere...

La Dama

La Dama: “Ci piace naturale!”

Aiutando la natura con la natura Arriva la primavera e a noi di La Dama fa piacere condividere con voi questa foto scattata qualche giorno fa nel nostro vigneto Ca’Besi, a Negrar, a poca distanza dalla cantina. Aiutare la natura con la natura: le pecore brucano nel vigneto e lo aiutano a star pulito dall’eccesso di erba, allo stesso tempo concimano naturalmente il terreno. Cosa c’è di meglio! La Dama Vini(www.ladamavini.it) Via G. Quintarelli, 39 San Vito di Negrar 37024 Verona (google map)
Continua a leggere...

Le Grotte Coltivare la pietra

Le Grotte: “Coltivare la pietra ep. 2”

Dettagli dal territorio Queste foto sono state scattate in una luminosissima giornata di dicembre dalle colline dietro le Cantine Le Grotte (Clicca qui per il website). Abbiamo già trattato questo argomento in un precedente articolo. Con questa serie di scatti abbiamo voluto sottolineare la specificità di queste terre e dell’intervento dell’uomo. Il terreno, pur fertilissimo, di queste zone rappresenta di fatto uno strato sottile, superficiale che appoggia su una base di roccia, come si vede chiaramente da questa immagine. Nonostante la perfetta esposizione, il terreno drenato, l’ottima ventilazione…qui non sarebbe possibile coltivare la vite perchè lo strato di terra è troppo sottile.
Continua a leggere...